Intervista al TraderGIOVANNI ZIBORDI, sul caso GAMESTOP, la Società di vendita video giochi quotata in Borsa che in pochi giorni ha triplicato per 27 volte il valore grazie ad una massiccia offensiva di acquisti da parte di piccoli investitori organizzati sui Social. Operazione casuale o pianificazione guidata contro gli speculatori finanziari che scommettono al ribasso su societá quotate a Wall Street?
Questa vicenda puo’ essere lette in modi diversi: populismo finanziario organizzato, che potrebbe mettere in seria crisi il progetto, in atto secondo alcuni del NuovoOrdine Mondiale (N.W.O); fenomeno casuale di alfabetizzazione finanziaria autogestita dai singoli su strumenti complessi e un tempo elitari a seguito dei lunghi periodi di Lokdown; la noia da Pandemia e la ricerca di soldi facili e per ultimo ma non per questo meno importamte: un Movimento dal basso che prova a soffocare gli speculatori attraverso la sua stessa arma, la speculazione.
Stefano Becciolini


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *