Ipotiziamo, per un attimo, di essere uno sceneggiatore di film, anzi di una serie TV Netlix. La storia è incentrata sullo scoppio di una Pandemia mondiale che coinvolge a macchia di leopardo i vari Paesi e risparmia il continente Africano.

Il tutto parte da un laboratorio dove scienziati Americani, Francesi e Inglesi con fondi delle grandi industrie farmaceutiche studiano un virus talmente banale ma assolutamente infettivo come quello dell’influenza. Il laboratorio lo collochiamo in Cina in una delle regioni più densamente popolate e sotto il controllo dei militari.
Diciamo che la sceneggiatura già qui farebbe acqua da tutte le parti. Perché a macchia di leopardo? Perché non colpisce i popoli africani? Perché i cattivi Comunisti cinesi permettono a scienziati occidentali di lavorare ad un’arma biologica cosi pericolosa nel loro territorio?

Andiamo avanti.
Il Virus si propaga in Europa portato da un tedesco dopo un viaggio per lavoro in Cina ed infetta tutta l’Europa  o quasi ( vedi “I Sopravvissuti” serie TV britannica del 1975). Fino a qui la trama è a dir poco banale. Da quel primo soggetto nascono film meglio strutturati e più interessanti, per chi ama il genere catastrofista: Virus Letale, passando, World War Z, senza dimenticare la famosa serie televisiva “The walking dead”. Ora le storie hanno assunto un alone di credibilità, ci siamo perfezionati, magari non tanto per idee originali, ma quanto nell’orientare le menti ad accettare l’inaccettabile (a chi interessanoi fattori sociologici tale fenomeno è detto: “Finestra di Overton”). I Buoni della situazione, cié i Governi della vecchia Europa che intanto si sono uniti in una Federazione di Stati con un Governo Centrale e dopo due decenni di politiche economiche assolutamente fallimentari e palesemente create e pilotate da uno dei suoi Stati più forti per agevolare la sua economia interna, colgono l’occasione di usare il Virus influenzale, che  arriva nel vecchio continente proprio nel mese invernale cioè  più idoneo alla sua propagazione, come l’ ultima possibilità per evitare che la Torre di Babele Europea si disgreghi nei suoi fragili componenti, processo che inizia con la fuoriuscita di uno dei paesi fondatori dall’Unione mettendo, quindi, la stessa sopravvivenza della Federazione in pericolo.

Insomma l’occasione sarebbe ghiotta per chi guida con pugno di ferro un’accozzaglia di Governi, di resettare il sistema, anche quello economico che stava per cedere inesorabilmente a causa degli enormi debiti delle più importanti banche. Il progetto piace anche ad alcuni “grandi della Terra”: Leader di partiti progressisti, Lobbyes finanziarie, mecenati Transumanisti e anche una parte delle gerarchie religiose secolari.
Mettiamoci dentro anche i colossi delle Big Pharm che già sfornavano vaccini anti influenzali assolutamente inutili ma molto remunerativi, per loro. Proprio le multinazionali farmaceutiche potrebbero essere utilizzate nella sceneggiatura come i salvatori dell’umanità. Gli ingredienti ci sono tutti. Mi chiedo potrà mai funzionare come impalcatura per una sceneggiatura? La cosa più difficile è mettere in campo una “menzogna plausibile” che faccia credere a tutti, ma soprattutto al paese scelto come cavia-test che l’eventualità narrata costituisca un pericolo reale. Basterà fare della buona propaganda (magari studiando un poco i metodi del ministro della propaganda nazista Herr Goebbels) I Mass Media servirebbero da “untori mediatici” ovviamente pagati e supportati coloro che hanno enormi risorse economiche e intenderebbero mettere in atto una ristrutturazione sociale. Trovare chi sparge il vero virus, quello del panico, non sarebbe difficile: tutti sono corruttibili è solo questione del “quanto”.

Manca l’ultimo tassello, forse il più importante, la legittimazione scientifica dell’operazione “Virus letale”, trovare medici, scienziati, e virologi che avvallino le teorie della Pandemia globale. Per gli ultimi non ci sono grossi problemi visto che tra la popolazione scientifica gli sfigati e i cacciatori di notorietà non mancano di certo, costoro saranno elevati al gradi di “santi e profeti” mentre le voci dissidenti saranno zittite con minacce e ricatti..
Ci sono tutti gli ingredienti, ora la sceneggiatura è pronta, basta dare il via alle riprese, non c’è bisogno di un finale, quello si delineerà in corso d’opera. 
Siamo alla seconda stagione e sta per iniziare la terza, fino ad ora è un successo. Ecco i dati:
– Prima stagione dal 9 Marzo 2020 al 12 febbraio 2021 Share del 80%
– seconda stagione dal 13 febbraio 2021 all’ 11 luglio 2021 Share del 70%.
Piccolo calo fisiologico.
Mi è venuta però un’idea formidabile per recuperare il pubblico perso nella seconda stagione:
In barba a tutte le ragionevoli precauzioni faccio disputare una competizione calcistica Europea proprio a ridosso di alcune piccole libertà che ho elargito alle popolazioni cavia e magari faccio vincere proprio la Nazionale del paese usato per l’esperimento pilota, vediamo cosa succederà.
Sono sicuro che la terza stagione TV sarà un successone.
Stefano Becciolini

Per le tue Donazioni al  Canale BECCIOLINI NETWORK. Aiutaci a crescere
https://www.becciolininetwork.com/donazioni/




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *