play_arrow

medio oriente

Ultime dal Medio Oriente del 21 novembre 2022

mica cura di Gabriella Grassotoday21 Novembre 2022 12

Sfondo
share close
  • cover play_arrow

    Ultime dal Medio Oriente del 21 novembre 2022 a cura di Gabriella Grasso


RIPRODUCI SOPRA PER ASCOLTARE LE NOTIZIE

_______________________________

Sono stati uccisi tre, giovani, palestinesi, 21 persone in un incendio a Gaza, tre coloni, e un uomo israeliano è stato ucciso da un soldato israeliano per errore col sospetto fosse un aggressore palestinese

COLONIALISMO

Come ci si sente a visitare un Paese dell’Apartheid? La profilazione razziale è dilagante. Gli abusi e le persecuzioni sono normali. Questo è il meccanismo quotidiano per separare gli ebrei dagli arabi e giustificarlo in termini coloniali tradizionali. La cosa sorprendente del sionismo è che ha portato a termine la colonizzazione in un’era anticoloniale. I sionisti sanno che è ingiusto, quindi ci sono armi ovunque. Ho pensato spesso alla promozione negli Stati Uniti della nazione start-up, con le sue industrie biotecnologiche e informatiche che si dice aiutino il mondo. Ma non si perpetua l’Apartheid senza conseguenze per tutti gli interessati. Non si può costruire una società sul terrore. Anche il Dipartimento di Stato americano lo riconosce quando afferma che lo status quo è insostenibile. Quando e come finirà non lo sappiamo. Ma non può durare.

C’è stata una svolta all’Onu: il Comitato ha votato positivamente per richiedere il parere della Corte Internazionale di Giustizia / sull’occupazione israeliana./ I Palestinesi sono i nativi americani non i pellerossa: non per la loro presunta propensione ad essere “spazzati via”, ma per il loro orgoglio, la loro resilienza e la continua ricerca di uguaglianza e giustizia.

Il 9 novembre è partita la campagna di informazione “APARTHEID in PALESTINA” sulle pensiline dei autobus cittadini: è possibile finanziare l’iniziativa leggi come fare sul sito di Invicta Palestina.

L’UE chiede un’indagine immediata per l’uccisione di Fulla Rasmi Abdulaziz Mallouh, la quattordicenne appena uccisa dai soldati israeliani / Ed anche il caso Abu Akleh non è chiuso: l’occupazione si agita / L’FBI apre un’indagine / Secondo Amnesty Inyernational i militari israeliani non possono continuare ad uccidere impunemente i palestinesi

Sono 130 mila i palestinesi a rischio di sfratto / A Masafer Yatta oltre a trattenere gli insegnanti mentre si recano a scuola, l’esercito israeliano confisca regolarmente le loro auto. Si tratta di un’ampia strategia dell’occupazione che mira a contrastare una nuova generazione di giovani palestinesi, a cui mancherà l’istruzione per progredire e costruire le proprie comunità. /

Ci sono state invasioni israeliane e scontri a Nablus / La resistenza palestinese spara contro le forze israeliane

Netanyahu è solo una diversa sfumatura della supremazia ebraica, la forza trainante è la realtà stessa. È questa realtà che va cambiata / Netanyahu e Ben-Gvir hanno concordato che entro 60 giorni dall’istituzione del loro governo di coalizione, saranno fornite infrastrutture per una serie di avamposti illegali, attraverso una legislazione che li legalizzerà. / Alcuni coloni hanno stabilito nuovi avamposti nella Ramallah orientale / E un colono a Nablus, che si chiama Ettinger, chiede in alternativa all’esercito, di attivare cellule militari armate in cui i coloni eseguano massacri contro i palestinesi per fermare i loro attacchi. / Gantz ha approvato un altro muro di 100 chilometri, dotato di telecamere di sorveglianza, sensori ed altre tecnologie.

Secondo il parlamentare arabo israeliano Ahmad Tibi: il governo in arrivo è “il più fascista” della storia, perciò l’unità palestinese nei territori occupati e del ’48 è essenziale –

Il programma israeliano di spionaggio informatico minaccia anche i nostri diritti. Occorre chiedere agli stati, alle organizzazioni regionali e globali di intervenire per vietarlo.

PRIGIONIERI

40 palestinesi hanno trascorso oltre un quarto di secolo nelle carceri israeliane / e 40 sono anche i prigionieri palestinesi tenuti ora in isolamento

GEOPOLITICA

Nella Valle del Giordano i cambiamenti climatici stanno devastando le stagioni della semina

Alaa Abdel Fattah sospende lo sciopero della sete ma continua la lotta contro il regime di El Sisi / Come lui altri 21 prigionieri politici languiscono nelle carceri egiziane

I Mondiali della vergogna / Hrw chiede un risarcimento per i lavoratori che hanno costruito le strutture in Qatar, Amnesty International parla addirittura di 15mila decessi tra il 2010 e il 2019

Lula in Brasile è all’apice dell’ondata rossa che ha portato la sinistra al governo dei 10 maggiori Paesi dell’America Latina, ha salvato dalla fame più di 38 milioni di brasiliani durante la sua prima presidenza nel 2003 ed ora ha dichiarato che creerà il ministero dei Popoli originari, e ci sarà spazio per Mercosur, integrazione latinoamericana, Global South, BRICS e moneta latinoamericana / l’aspetto più grave del governo di Bolsonaro è stata la manipolazione delle reti mediatiche egemoniche del più grande paese dell’America Latina, inclusa la potente Rede Globo, avvelenando le menti attraverso notizie non vere, stigmatizzazione, odio e falsi contro-informatori. La sinistra in Brasile, secondo i piani di Washington, doveva morire.

Un documento segreto rivela che il multimilionario Chinn ha segretamente finanziato la campagna dei laburisti all’inizio del 2020 e che c’è una lunga storia di finanziamento di gruppi filo-israeliani per entrambi i partiti di governo in cambio dell’impegno dei laburisti a opporsi al BDS, e alla promozione della definizione dell’IHRA dell’antisemitismo. Starmer ha epurato ossessivamente il partito dagli attivisti della solidarietà con la Palestina, utilizzando elenchi stilati dalla lobby. E i verbali dimostrano che i lobbisti israeliani chiedono che gli ufficiali laburisti tengano a freno i loro membri impedendo il dibattito sull’espulsione di Corbyn.

CULTURA

Palestina rubata di Thomas Suarez è una storia che più attuale non potrebbe essere, Mostra, utilizzando documenti storici dell’Archivio Nazionale Britannico, come il movimento sionista abbia costantemente applicato metodi terroristici dagli anni precedenti la fondazione dello stato agli anni successivi all’istituzione dello stato sotto forma di terrore di stato. Fa comprendere come e perché questa stessa storia continua ancora oggi e che la narrativa sionista non regge al confronto storico neanche quando quella storia è documentata. / E la minaccia principale a tutto ciò ora è parlare della lotta di classe palestinese: il ritorno delle tattiche di sciopero generale suggerisce che la nuova rivolta in Cisgiordania sia un risultato diretto della resistenza della classe operaia. Kanafani ha sostenuto che rappresentano la “minaccia principale” per il movimento nazionale palestinese: la leadership locale, reazionaria; i regimi degli stati arabi che circondano la Palestina e il nemico imperialista-sionista. Affermazione che trova conferme anche in Patrick Wolfe, Sai Englert, Ilan Pappé / È di Patrizia Zanelli docente a Ca’ Foscari la riflessione sul legame tra William Faulkner e i romanzi di Kanafani, che riprese il modello faulkneriano e lo rielaborò a modo suo.

Basta una breve memoria del presente a ricordarci come tra Palestina e Libano il popolo sia stanco di aspettare la fine della sofferenza. / Anche i giovani artisti di Gaza affrontano sfide e difficoltà, in una comunità dove il 67% delle famiglie vive sotto il limite di povertà / dove puoi diventare povero in un giorno perché hai perso tutto sotto le bombe / mentre all’estero succede che alcune città europee si rifiutino di esibire la tua mostra a causa del background palestinese.

Hamas organizzerà un festival per segnare il 35° anniversario della sua fondazione Video della Conferenza di Milano, “Gerusalemme è nostra” (gli interventi di Hannoun, Di Battista, Pappe, Piccirillo)

PROSSIMI EVENTI:

22 Proiezione di Erasmus in Gaza – Milano

25 Concerto benefit omaggio a Guccini per il progetto REC in Palestina – Milano

25 In solidarietà alla lotta dei prigionieri palestinesi collegamento con Anwar Yassin – Milano

26 Proiezione di SARURA e cena di solidarietà – Trieste





medio oriente

Rate it
0%