🇩🇪 09/10/2022 – ULTIME NOTIZIE DALLA GERMANIA 🇩🇪

today9 Ottobre 2022 764 6

Europa

share close

DIVISIONE INVECE DI UNITÁ: TERRORE DELLA SINISTRA ESTREMA CONTRO I CITTADINI PACIFICI A LIPSIA:

Nancy Faeser, Ministro degli Interni, ha visto le foto della Giornata dell’Unità tedesca a Lipsia? Se è così, probabilmente li ha ignorati. Ancora una volta, l’Antifa ha portato la violenza nelle strade, ancora una volta i media sono rimasti in silenzio, La pacifica manifestazione di lunedì 3 ottobre, festa dell’Unità della Germania, da parte di cittadini del tutto normali, preoccupati per il futuro del loro paese è diventata l’obiettivo di gruppi  di sinistra mascherati di nero  ed è stata protetta dagli attacchi della “contromanifestazione antifascista” solo grazie alla massiccia presenza di polizia.

La cosa pazzesca è che le simpatie politiche e mediatiche risiedono nei secondi, mentre coloro che scendono in piazza a causa dei prezzi dell’energia inaccessibili, della perdita di posti di lavoro e dei timori per il futuro sono visti come estremisti di destra latenti. Questo è lo stato della democrazia, la cultura del dibattito politico e della protesta in questo stato: civili irreprensibili, persone della classe media sono spinte nell’angolo nazista, teppisti incappucciati e facinorosi sono visti come difensori della società civile.

Alla manifestazione di lunedì in occasione della Giornata dell’Unità, la polizia di Lipsia è stata così sopraffatta dalle bande di sinistra che ha dovuto chiamare i servizi di emergenza  anche dal Nord Reno-Westfalia, per tenere sotto controllo gli Antifa. Non tutti i giornalisti presenti sono stati autorizzati a filmare. Come spesso accade, i media mainstream hanno parlato di “esoterismo”, “nazionalisti” e “complottisti”, ma non di violenti estremisti di sinistra che diffondono solo odio e incitamento all’odio contro coloro che la pensano diversamente.

Fonte: https://ansage.org/spaltung-statt-einheit-linksextremer-terror-gegen-friedliche-buerger-in-leipzig/

 

DOCUMENTO SEGRETO: PROPAGANDA DI GUERRA PIANIFICATA DAL GOVERNO FEDERALE

Un documento interno del governo federale è stato inviato esclusivamente alla rivista online NachDenkseiten. Mostra in modo spaventoso fino a che punto il regime abbia uniformato l’informazione a senso unico.

Il documento di 10 pagine è intitolato “Attività in corso dei dipartimenti e delle autorità contro la disinformazione in connessione con la guerra della RUS contro l’UKR” ed è datato 27 giugno 2022.

Anche i bambini delle scuole elementari dovrebbero subire il lavaggio del cervello

Scrive Florian Warweg: “Siamo stati in grado di verificare il documento e conosciamo anche l’identità dell’informatore. Il documento fornisce una visione illuminante sulla propaganda statale federale tedesca, in particolare per quanto riguarda il coinvolgimento ufficiale dei media (ad es. Spiegel e Stern), Social Network occidentali, istituzioni educative e i cosiddetti “Fact Checker“. Anche i bambini delle scuole elementari vengono presi di mira. Tutto ciò si traduce nel tentativo concertato da parte del governo federale di allineare le informazioni”.

Il documento mostra molto chiaramente che il Ministero dell’Interno, guidato dalla simpatizzante di Antifa Nancy Faeser (SPD), può essere considerato il fulcro centrale delle attività di propaganda di Stato:

Colpisce particolarmente il cosiddetto “Piano di resilienza in 10 punti” elencato nel documento.

  1. Il primo punto di questo “piano” è il concertato “collegamento ai fact checker sui siti web del governo federale”. I “fact checker” privati ​​come Correctiv, finanziati principalmente dal miliardario statunitense e fondatore di eBay Pierre Omidyar, o quelli finanziati da contributi come il fact finder ARD devono essere pubblicizzati massicciamente sui “siti web del governo federale”. Come volevasi dimostrare sull’ “indipendenza” dei fact checker.

Inoltre, devono essere prodotti e inviati opuscoli sulla “disinformazione nel contesto della guerra di aggressione russa contro l’Ucraina” ai ministeri federali, ai membri del Bundestag, agli stati e ai comuni.

  1. Particolarmente rivelatore è anche il punto 5 del “Piano di resilienza”, dedicato alla cooperazione con la stampa. Ad esempio, viene menzionato un “colloquio dietro le quinte“ del 31 marzo. e la preparazione di articoli nominativi e interviste al ministro dell’Interno Faeser.

Nel documento, per “disinformazione” (russa) si intende tutto ciò che corrisponde a una riproduzione della posizione ufficiale russa. E questo esclusivamente in relazione alla parte russa. Né le prospettive ufficiali ucraine né quelle americane sulla guerra in Ucraina sono valutate dal governo tedesco come “disinformazione” di per sé allo stesso modo.

Un altro aspetto del piano è la “svolta nello spazio parlamentare”, ovvero l’influenza sui membri del Bundestag e sui parlamenti statali.

Parimenti, un punto centrale del “piano di resilienza” è l’intensificazione dei contatti e delle discussioni con gli operatori di piattaforme dei social network “al fine di sensibilizzarli alla disinformazione controllata dallo Stato”. Il documento cita esplicitamente Twitter, Meta, Google e Telegram. Non meno problematico appare il progetto di influenzare i “curricula nelle scuole e coinvolgendo i centri di educazione degli adulti e le strutture di volontariato”.

Fonte: https://philosophia-perennis.com/2022/10/04/geheimpapier-kriegspropaganda-der-bundesregierung-genau-durchgeplant/

 

ATTI DI SABOTAGGIO ALLA LINEA FERROVIARIA DEL NORD DELLA GERMANIA

La polizia federale ha detto che le indagini si stanno svolgendo a pieno ritmo in tutte le direzioni. “Attualmente si può presumere un’influenza esterna mirata sul cavo della Deutsche Bahn”, ha affermato il portavoce. Per ragioni di tattica investigativa, non ha potuto fornire alcuna informazione su ulteriori dettagli.

Il ministro federale dei trasporti Volker Wissing (FDP) aveva precedentemente affermato che i disordini erano dovuti al sabotaggio in due località. “I cavi essenziali per il traffico ferroviario sono stati volontariamente e deliberatamente tagliati”. I retroscena del sabotaggio non sono ancora noti ma devono essere chiariti il prima possibile.

Il traffico ferroviario sia  lunga percorrenza che quello regionale al nord è stato bloccato per molte ore.

Dopo le esplosioni al Nord Stream 1 e 2 e questo sabotaggio alla Deutsche Bahn cis i pone ora la domanda quanto siano sicure e protette le infrastrutture in Germania.

Fonte: https://www.upday.com/de/bundespolizei-tatorte-lagen-in-berlin-und-nrw

https://www.upday.com/de/wie-verwundbar-ist-der-deutsche-schienenverkehr

 

ESPLOSIONE E INCENDIO SUL PONTE DELLA CRIMEA

In Ucraina, le foto sono state scattate con giubilo. “Crimea. Il ponte. L’inizio”, ha scritto sabato il consigliere dell’ufficio presidenziale ucraino, Mykhailo Podoliak, su Twitter.

“Tutto ciò che è illegale deve essere distrutto, tutto ciò che è stato rubato deve essere restituito all’Ucraina”. Tuttavia, Podoliak non ha affermato esplicitamente che l’Ucraina fosse responsabile delle esplosioni e dell’incendio sul ponte.

La Russia ha più volte sottolineato che un attacco al ponte è un chiaro attraversamento della linea rossa. L’apparato di potere a Mosca ha minacciato di attaccare i centri di comando a Kiev in caso di attacco.

La portavoce dell’avversario del Cremlino incarcerato Alexei Navalny ha condiviso un video dell’incendio e dei danni sui social media – e ha commentato che probabilmente era un regalo per il 70° compleanno di Putin.

Il capo delle poste ucraino Ihor Smylyanskyj ha annunciato sul canale di notizie Telegram che sarebbe stato stampato un francobollo speciale dal ponte. “La mattinata non è mai stata così bella. Per questo giorno di festa lanciamo un nuovo francobollo con il ponte di Crimea, o meglio di ciò che ne resta». In precedenza, le poste ucraine avevano emesso un francobollo dell’incrociatore Moskva della flotta russa del Mar Nero, che fu distrutto

Fonte: https://www.upday.com/de/schwere-brand-auf-krim-bruecke

 

GRANDE MANIFESTAZIONE DI ALTERNATIVE FÜR DEUTSCHLAND A BERLINO NON RAGGIUNGIBILE CON LE FERROVIE

La grande manifestazione dell’AfD temuta dal governo del 8 ottobre a Berlino il cancelliere Scholz avrebbe preferito vietarla. Per alcune ore la Deutsche Bahn ha interrotto quasi tutto il traffico a lunga percorrenza dalla Germania settentrionale, centrale e occidentale a Berlino. Molti non vogliono più credere in una coincidenza. Il sabotaggio quindi di cui si è parlato secondo alcune voci è servito a non far confluire la marea di gente che voleva partecipare a questa manifestazione, che lo stesso Cancelliere Scholz avrebbe voluto impedire. Chi ci fosse dietro al sabotaggio ovviamente non si vuole accusare direttamente il governo ma potrebbero essere stati attivisiti di estrema sinistra, che comunque sono sotto la protezione del ministro degli interni Nancy Faeser.

Mentre gli addetti al treno riferiscono ai passeggeri di non aver mai vissuto niente di simile, attivisti di estrema sinistra twittano di rallegrarsi del fatto molti diretti a  Berlino per la grande manifestazione dell’AfD temuta dal governo, ora non possano partecipare.

Fonte: https://telegra.ph/AfD-Gro%C3%9Fdemo-Berlin-mit-Bundesbahn-nicht-mehr-erreichbar-10-08

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

0%