14 minorenni palestinesi sono stati uccisi dalle IOF dall’inizio del 2022 e la settimana scorsa è stato ucciso, Mahmoud Fayez Abu Ayhour, 27 anni, in Cisgiordania
Uomini armati hanno aperto il fuoco al checkpoint di Hawara
Ci sono stati scontri violenti con le IOF in Cisgiordania e a Gerusalemme

POLITICA & DIRITTI – L’OLP rifiuta le modifiche al mandato dell’UNRWA perché non sono state decise dall’Assemblea dell’ONU / e secondo Hamas anche la nomina dell’israeliano Erdan a vicepresidente delle Nazioni Unite/è discutibile anzi è un affronto alla sicurezza internazionale quando bisognerebbe proteggere i diritti umani e responsabilizzare i criminali di guerra/ In Palestina un disegno di legge israeliano porta a 4 anni la pena minima per il lancio di pietre /Hamas chiede protezione dei bambini palestinesi contro i crimini israeliani, 88 bambini palestinesi sono stati uccisi dalle forze israeliane dall’anno scorso e quelli detenuti subiscono abusi psicologici e fisici/ mentre l’occupazione ordina all’ANP di pagare 1milione 800mila dollari alle famiglie delle vittime di un attentato a Gerusalemme/ Secondo un parlamentare palestinese l’occupazione vorrebbe iniziare la partizione di al-Aqsa

PROSPETTIVE di REGIME – Il sionismo è la mutazione ebraica, la fusione della religione con il fervore nazionalista. È proprio la tendenza culturale predominante dell’esercito israeliano: stanno conducendo una guerra santa, stanno tutti cercando di riportare la Palestina all’età della pietra affermando la supremazia ebraica basata sulla mitologia dell’età del bronzo./ Settantacinque anni di razzismo e violenza hanno completamente corrotto l’elettorato israeliano. Secondo un famoso ebreo cosmopolita, non c’è altra scelta che ammettere che il sionismo è stato un errore ingenuo, e tornare nuovamente all’esilio per riguadagnare le nostre forze e rinnovare i nostri valori.
L’occupazione ha perso il monopolio di raccontare al mondo cosa è successo. I palestinesi stanno condividendo la verità sui suoi infami atti di rapina a mano armata contro un’intera nazione.
Il nuovo modello di resistenza in Palestina non è più una violenza “simbolica” o presumibilmente “casuale” che riflette la “disperazione” e la mancanza di orizzonte politico. Sta diventando più definita, matura e organizzata. / Nel ’48 il 60% degli ebrei israeliani vuole la segregazione dai cittadini palestinesi/ Mentre il gruppo estremista israeliano, Kahane Chai, cambia nome e viene cancellato dalla lista dei terroristi pur continuando a ricevere donazioni di beneficenza dagli Stati Uniti; il gruppo è ancora operativo, solo con nomi diversi, terroristi convinti e tutti kahanisti/Le università americane mantengono legami con l’apartheid israeliano, ma nello stesso tempo molti studenti e università sostengono il BDS,
In Canada non si è riusciti a fermare la conferenza della Lega internazionale che dava solidarietà alla Palestina: le campagne diffamatorie continuano, la resistenza anche/Una ONG afferma che il Gruppo Volvo, JCB, Caterpillar, Hyundai sono complici dell’Apartheid israeliano: sono le loro macchine che demoliscono tutto/L’occupazione ha subappaltato la repressione e il suo complesso militare/tecnologico/industriale interagisce con i settori internazionali della privatizzazione della sicurezza attraverso società internazionali, aiuti militari e commercio di armi, trasformando il sangue in denaro. Dunque dovremmo cancellare la polizia?

GEOPOLITICA
Esiste un complotto sionista contro i drusi: ritiri, santuari e luoghi sacri verranno violati dai rabbini ebrei e altri perfino dai turisti, con operazioni il cui intento non è comprensibile,/
Tel Aviv continuerà ad estrarre gas nell’area marittima contesa?/Il Libano mette in guardia sull’invasione del giacimento di gas marittimo/ ed Hezbollah fa sapere che agirà se saranno violati i diritti marittimi del Libano/ Intanto i sauditi aumentano la produzione per compiacere Biden ma il presidente Usa rinvia il viaggio nella regione
Un esperto russo, docente a S. Pietroburgo, ha svelato il complotto di America, Gran Bretagna e Tel Aviv attraverso l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti per controllare i giacimenti di petrolio, gas, oro e minerali dello Yemen! /
I programmi militari segreti ucraini iniziati nel 2016 parlano di una guerra voluta e preparata da Washington, e non da Mosca: parliamo di 30 laboratori biologici, di esperimenti in Ospedali Psichiatrici, di insetti cibernetici, di ricerche sul sangue di gruppi etnici, e delle tonnellate di plutonio e uranio immagazzinate nella centrale nucleare Zaporižžja./
Sono disponibili le registrazioni della conferenza di Ilan Pappé sulla doppia morale dell’Occidente a Napoli e dell’intervento di Miko Peled a Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.