Comunicazione

NOTIZIARIO DALLA GERMANIA DEL 21 NOVEMBRE 2024

today22 Gennaio 2024 76 1

Sfondo
share close

Ampio sostegno alle manifestazioni contro la destra
Negli ultimi giorni decine di migliaia di persone in tutto il Paese sono scese in piazza contro l’estremismo di destra e il razzismo. Venerdì ad Amburgo si è svolta una delle manifestazioni più grandi. È stato necessario annullarlo perché sono arrivate molte più persone del previsto. La polizia ha parlato di 50.000 partecipanti, gli organizzatori di 80.000. Gli organizzatori in realtà avevano annunciato solo 10.000 partecipanti.
Venerdì a Münster 20.000 persone hanno risposto a una manifestazione, a Bochum più di 10.000 persone sono scese in strada e nel fine settimana si sono registrate manifestazioni in molte città. A Francoforte sul Meno gli organizzatori si aspettano fino a 30.000 partecipanti.
Gli organizzatori si aspettano inoltre ben più di 10.000 partecipanti al raduno di sabato ad Hannover. Altre manifestazioni più grandi sono previste, tra gli altri, a Dortmund, Erfurt e Heidelberg. A Karlsruhe è prevista una manifestazione davanti alla Corte costituzionale federale. Domenica solo a Monaco di Baviera si prevede tra i 10.000 e i 20.000 partecipanti alla manifestazione contro la destra.
Anche Bamberg è stata centro di una grande manifestazione del genere che ha visto sfilare quasi 5000 persone.

I rappresentanti della politica e della società hanno accolto con favore le numerose manifestazioni contro la destra nelle città tedesche. Il presidente dell’Ufficio federale per la protezione della Costituzione ha dichiarato alla “Westdeutsche Zeitung”: “Sarebbe auspicabile che la maggioranza silenziosa della nostra popolazione prendesse una posizione chiara contro l’estremismo e l’antisemitismo”. Fortunatamente, molte persone stanno attualmente manifestando contro di essa.
Thonas Haldenwang ha messo in guardia dal pericolo per la democrazia in Germania derivante da diversi sviluppi. Tutti i partiti democratici centristi hanno ormai riconosciuto la gravità della situazione, ha affermato l’Ufficio federale per la protezione della Costituzione. “Lo si vede anche dal fatto che il tema della gestione dell’AfD viene discusso molto più intensamente rispetto a qualche mese fa”. Ora si discute di un divieto del partito AfD.
Il presidente del Consiglio centrale degli ebrei, Josef Schuster, ha definito le manifestazioni un “segnale importante”. “Sono davvero felice che la società si sia rialzata”, ha detto Schuster all'”Augsburger Allgemeine”. I risultati sui consensi del partito lo preoccupavano.
Il ministro federale del Lavoro Hubertus Heil ha chiesto maggiore sostegno da parte dell’economia alla luce degli sviluppi attuali. “Sono felice per ogni rappresentante economico che, come il presidente della BDI Rußwurm, prende una posizione chiara contro l’AfD e i nazisti”, ha detto Heil al “Rheinische Post”. “Siamo una società aperta e su questo si basa il nostro successo economico”, ha sottolineato il ministro. L’economia tedesca è interconnessa a livello internazionale. “Ecco perché non possiamo permetterci il razzismo e il nazionalismo”.
Heil ha descritto l’AfD come un partito “che non solo attacca la nostra democrazia, ma danneggia anche il nostro Paese economicamente e socialmente”. Gli specialisti qualificati di cui la Germania ha urgente bisogno verrebbero solo se potessero essere sicuri di non essere esclusi o addirittura minacciati.
Già ieri il cancelliere Olaf Scholz aveva sostenuto i manifestanti. In un discorso video ha affermato che tutti i tedeschi sono chiamati a prendere una posizione chiara a favore della tolleranza, della coesione e della democrazia. Ha paragonato i piani di ridistribuzione degli estremisti di destra con l’ideologia razziale dei nazionalsocialisti. “Se c’è qualcosa che non dovrebbe mai più avere posto in Germania, allora è l’ideologia etnico-razziale dei nazionalsocialisti.”
Anche il ministro federale dell’Interno Nancy Faeser ha espresso idee simili: “Ma dietro termini innocui come ‘remigrazione’ si nasconde l’idea di espellere e deportare persone in massa a causa della loro origine etnica o della loro posizione politica”. Proprio loro parlano cosí che appoggiano Israele.
Faeser è tuttavia scettica riguardo al divieto dell’AfD. “La nostra Costituzione prevede giustamente questo strumento più forte di democrazia difensiva come ultima risorsa”. Ci sono ostacoli molto alti. Date le circostanze, nessuno può escluderlo. Tuttavia, questo non è uno strumento nel dibattito politico. “Se le persone si rivolgono a un partito del genere, dobbiamo garantire che queste persone ritornino nei partiti democratici”.

https://www.tagesschau.de/inland/reaktionen-demos-rechts-100.html

Cosa dovrebbe cambiare con la naturalizzazione
I deputati del Bundestag hanno approvato la riforma della cosiddetta legge sulla nazionalità. Il governo vuole consentire una naturalizzazione più rapida a determinate condizioni. I punti salienti del disegno di legge in sintesi:
Attualmente, le persone provenienti dall’estero possono ottenere un passaporto tedesco dopo almeno otto anni in Germania. Il periodo dovrebbe essere ridotto a cinque anni. Con i «servizi speciali d’integrazione» la naturalizzazione in futuro dovrebbe essere possibile addirittura dopo tre anni. Tali “risultati” includono buone competenze linguistiche, lavoro di volontariato o ottimi risultati a scuola o al lavoro.
Un’altra innovazione: in futuro per i migranti dovrebbe essere possibile avere più nazionalità, ovvero il possesso di due passaporti. Finora molti stranieri hanno dovuto rinunciare alla cittadinanza precedente quando hanno ottenuto la cittadinanza tedesca. Sono esclusi, tra gli altri, i cittadini di un altro Paese dell’UE o della Svizzera. Dal punto di vista del governo federale, ciò rischia di scoraggiare molte persone a causa del loro legame con il Paese d’origine o con la famiglia che vive all’estero.
I bambini nati in Germania da genitori stranieri riceveranno in futuro la cittadinanza tedesca senza ulteriori riserve se almeno uno dei genitori risiede legalmente in Germania da più di cinque anni. Anche in questo caso la scadenza era in precedenza di otto anni. In linea di principio, i bambini nati in Germania dovrebbero poter ottenere e mantenere permanentemente la cittadinanza tedesca e quella dei loro genitori.
Tuttavia, anche in futuro una naturalizzazione più rapida sarà legata a diversi requisiti. Le donne e gli uomini provenienti dall’estero che vogliono ottenere la cittadinanza tedesca devono dimostrare una buona integrazione e una buona conoscenza della lingua tedesca. Fanno eccezione i membri della cosiddetta generazione dei lavoratori ospiti, che spesso vivono da decenni nella Repubblica federale. Per loro non sarà necessaria né la naturalizzazione scritta né il test di tedesco.
Un’altra condizione per la naturalizzazione è che i migranti generalmente debbano provvedere al proprio sostentamento e a quello dei familiari a carico. Anche in questo caso le norme previste prevedono eccezioni per i lavoratori ospiti arrivati in Germania dopo il 1974 e per i cosiddetti ex lavoratori a contratto della RDT.
Per ottenere un passaporto tedesco, gli stranieri devono, come prima, impegnarsi a rispettare l’ordine fondamentale libero e democratico ancorato alla Legge fondamentale tedesca. Il progetto di legge del Ministero federale dell’Interno stabilisce che “atti di antisemitismo, razzismo, orientamento sessuale o di genere o altri atti motivati in modo disumano” sono incompatibili con la garanzia della dignità umana prevista dalla legge fondamentale.
La naturalizzazione può però essere revocata anche entro dieci anni. La cittadinanza tedesca può essere revocata in caso di inganno fraudolento o di informazioni errate. Con la riforma anche dichiarazioni errate di impegno nei confronti dell’ordine fondamentale democratico libero possono portare in futuro al ritiro.
Le nuove norme dovrebbero entrare in vigore ad aprile. Secondo i dati del Ministero federale degli Interni, in Germania vivono attualmente circa dodici milioni di persone con cittadinanza straniera. Di questi, circa 5,3 milioni si trovano nella Repubblica Federale da almeno dieci anni.

https://www.tagesschau.de/inland/innenpolitik/bundestag-staatsangehoerigkeitsrecht-einbuergerungen-100.html

Scritto da: Stefano Becciolini

Rate it

Articolo precedente

Comunicazione

NOTIZIARIO DALLA GERMANIA DEL 7 GENNAIO 2024

Più sussidio di base, di sussistenza, reddito di cittadinanza:563€ per le persone single (61€ di più) e l’importo passa da 451€ a 506€ a testa per le coppie.Inoltre più soldi anche per il materiale scolastico (calcolatrice, quaderni, ecc.), per il primo anno scolastico 130,00€ al posto di 116,00€, per il secondo anno di 65€ anziché 58€. Salario minimoL’importo sale a 12,41€ lordo l’ora.Minijob, il limite di guadagno esente tasse è […]

today8 Gennaio 2024 197 8 4

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


0%