Notizie

Ultime news della Palestina – 8 giugno 2022

today10 Giugno 2022 4

Sfondo
share close

Sono stati uccisi:

La giornalista palestinese, Ghofran Harun Warasnah, 31 anni, uccisa dalle Forze di occupazione a Hebron

Ayman Muhaisen al-Abwini, 29 anni, ucciso dalle Forze di occupazione nel campo di Dheisheh.

Bilal Awad Kabha, 24 anni, ucciso dalle Forze di occupazione a sud di Jenin

Odah Muhammad Odah, 17 anni, ucciso dalle Forze di occupazione a ovest di Ramallah

Yasir al-Masri, è morto per le ferite di un bombardamento a Gaza nel maggio 2021.

A maggio, le Forze di occupazione hanno arrestato 530 palestines, effettuato 148 violazioni contro giornalisti palestinesi, e dall’inizio dell’anno, sono stati uccisi 66 palestinesi / tre solo mercoledì scorso. Secondo Barghouti l’escalation dei crimini dell’occupazione, malgrado il silenzio della comunità internazionale permetta l’uso di doppi standard, non spezzerà la volontà del popolo palestinese /

L’occupazione ha usato “un’arma chimica indiretta”, bombardando nel maggio 2021 il magazzino agricolo più importante di Gaza: insetticidi altamente tossici e infiammabili, potenzialmente letali in caso di incendio, più altre sostanze tossiche se esposte al fuoco o al calore estremo/

Continua ad usare i palestinesi come scudi umani/ la sua violenza è al centro della crisi della loro salute mentale/ come per i pazienti vulnerabili, a rischio a causa della divisione/ la stessa Unione Europea punisce i malati di cancro per compiacere Tel Aviv/e le vite palestinesi rimangono in pericolo se continuerà a bloccare gli aiuti/

Secondo “Haaretz” abbiamo a che fare con una “mutazione ebraica” una nazione piccola, arrogante, violenta e malvagia” “dove nessun governo sano di mente sarà mai più eletto”

Secondo Abu Sitta è il peggior volto del colonialismo brutale che ci sia mai stato, ma con la conoscenza e determinazione dei giovani palestinesi l’edificio della negazione sionista sta crollando. Il mondo occidentale ora sa cosa hanno detto i palestinesi 74 anni fa, ma non vuole ascoltare e questo a eterna vergogna dell’Occidente.

Tel Aviv riprende il piano controverso per la costruzione di una colonia nel mezzo della Cisgiordania occupata, che interrompe la contiguità territoriale tra Gerusalemme Est, Ramallah e Betlemme./ Masafer Yatta è una storia infinita: difendersi prima dai coloni, poi dall’esercito e poi dalle sentenze della corte/ Ecco come l’occupazione progetta di annettere la Cisgiordania occupata: Invece di annettere il 40% della Cisgiordania tutto insieme, sta annettendo separatamente piccole porzioni di terra e regioni, come Masafer Yatta. Alla fine collegherà tutte queste aree annesse, attraverso tangenziali riservate ai soli coloni ebrei. Non si deve permettergli di riuscire nel suo intento a Masafer Yatta. Se realizzasse il successo, il suo progetto originario di annessione di massa diventerebbe una realtà in brevissimo tempo.

La Nakba torna nell’agenda palestinese perché con la successiva pulizia etnica dei rifugiati è il denominatore comune di tutte le sofferenze dei palestinesi che stanno cominciando a lottare come un’unica nazione per il diritto al ritorno.

Un colono rivela il coinvolgimento di Ben-Gvir negli attentati contro i palestinesi: progetti su come uccidere palestinesi, assaltare la moschea di al-Aqsa e barricarsi al suo interno

Gantz invece chiede che gruppi di coloni siano classificati come “terroristi”

Per la marcia della Bandiera israeliana sono stati feriti 79 palestinesi e arrestati oltre 40

I suprematisti ebrei cantavano “Morte agli arabi”, chiunque era presente sa che un cambiamento significativo sta avvenendo. / Secondo il comitato islamo-cristiano la marcia della bandiera dei coloni apre la strada alla guerra di religione/ È stato lanciato un appello per aumentare la presenza palestinese ad al-Aqsa

La paura israeliana della bandiera palestinese, esiste nei cuori di coloro che credono che un’esistenza ebraica in Palestina dipenda dalla scomparsa e dalla distruzione del popolo palestinese.

La loro bandiera però, come il loro stato, cadrà: “Il colono non ha bisogno di una “ragione” per uccidere il nativo. Il colono uccide perché sradicare il nativo è una precondizione della sua identità sociale”. / Ma uno stato definito da e attraverso la negazione, attraverso il razzismo e la supremazia legittimata, è uno stato che funziona su un tempo preso in prestito.

Sono state vietate per legge l’alzabandiera e le bandiere palestinesi nelle istituzioni

La Knesset ha rinviato il voto sulla legge che garantisce l’applicazione della normativa civile ai coloni, legge fondamentale per il regime di apartheid in Cisgiordania

Secondo la Cina è l’assenza di una soluzione a due stati la ragione del conflitto.

I racconti delle torture dei prigionieri confermano la necessità di una profonda revisione
della legislazione sullo Shin Bet/ Khalida Jarrar rilasciata nel settembre 2021, ricercatrice
all’università di Birzeit sta conducendo uno studio sull’oppressione delle donne da parte
del sistema coloniale e della classe compradora, suo strumento.

PRIGIONIERI

I detenuti amministrativi palestinesi aumentano le azioni di protesta. / I racconti delle torture confermano la necessità di una profonda revisione della legislazione sullo Shin Bet/ Khalida Jarrar rilasciata nel settembre 2021, ricercatrice all’università di Birzeit sta conducendo uno studio sull’oppressione delle donne da parte del sistema coloniale e della classe compradora, suo strumento.

GEOPOLITICA

Manifestazione a Berlino contro il divieto delle piazze ai palestinesi, contro gli attacchi alle proteste curde e alla marcia del 1° maggio, e contro il divieto alle bandiere sovietiche nel giorno della vittoria sul fascismo/

Franco Fracassi: Ecco chi controlla l’Ucraina

Reductio ad unum: gli Stati Uniti cancellano il consolato a Gerusalemme, e avranno solo un inviato speciale per i palestinesi, all’interno dell’Ambasciata /

In Libano sui risultati delle elezioni una dichiarazione del Partito Comunista / E a proposito dei giacimenti del gas: si può considerare compiuta la demarcazione dei confini marittimi.

Secondo l’Iran Gerusalemme è l’eterna capitale della Palestina/E Tel Aviv simula voli per colpire le sue centrali nucleari.

La crisi economica del Pakistan cerca un equilibrio con Stati Uniti, Cina e Russia, fra gasdotti, armi e via della seta.

CULTURA

Si è conclusa la missione umanitaria nei campi profughi in Libano dell’Abspp

Hamam al-Samra di Gaza è un bagno turco di mille anni: Saggio fotografico/

Voglio che le persone si immaginino al mio posto: un’intervista al poeta palestinese Mosab Abu Toha, che scrive della vita quotidiana a Gaza/

Un cadavere in un abito: l’artista palestinese Zainab al-Qolaq sulla perdita di 22 membri della sua famiglia

Facebook blocca la pagina di un’agenzia stampa palestinese

L’unità palestinese ed ebraica (Paju) invita a boicottare la partecipazione di Tel Aviv al grand prix di montréal da dove hanno bandito le squadre russe e bielorusse

Le poesie e le lettere di Saibaba, un attivista in un carcere indiano, dal titolo: Perché temi così tanto le mie idee?

PROSSIMI EVENTI:

A Milano il 10 giugno Proiezione del film Fedayn

A Roma il 9 giugno e il 10 a Firenze: incontro con Miko Peled attivista/scrittore nato a Gerusalemme, autore di “The General’s Son”

A Vicenza il 10 giugno Amnesty presenta il rapporto sull’apartheid

A Milano dal 5 al 10 giugno: La Palestina nelle foto di “Jaafar Ashtiyeh”

 

 

<script type=”text/javascript” src=”//codice.shinystat.com/cgi-bin/getcod.cgi?USER=BeccioNet”></script>
<noscript>
<a href=”//www.shinystat.com/it/” target=”_top”>
<img src=”//www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=BeccioNet” alt=”Statistiche” style=”border:0px” /></a>
</noscript>

Scritto da: Cristina import

Rate it

Articolo precedente

World

FISCHIA IL VENTO E INFURIA LA BUFERA

PENSIAMOCI SU: UNA RUBRICA DI LUIGI ORSINO Storico, studioso di geopolitica, scrittore autore de “La carezza del male” e della saga “Figli dannati (5 romanzi) FISCHIA IL VENTO E INFURIA LA BUFERA Con questo editoriale cerco di dare il mio contributo alla comprensione di quanto sta accadendo, perché sia chiaro da subito io ritengo che chi cerca di far prevalere le proprie ragioni con l’uso della forza è sempre dalla […]

today28 Maggio 2022 6

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


0%